COSA VEDERE IN 3 GIORNI A MALTA

MALTA TOUR

State già programmando le vostre vacanze estive e avete pensato a una meta economica, non troppo lontana e da visitare in pochi giorni? In questo nuovo articolo troverete un’ottima idea di viaggio su cosa vedere a Malta in 3 giorni.

Malta è un’isola stupenda, da visitare in qualsiasi periodo dell’anno, grazie alle temperature sempre miti e al vasto patrimonio culturale che le appartiene. Un mix di culture diverse racchiuso in pochi km quadrati, da vivere in ogni suo angolo.

La bellezza dei piccoli borghi, delle tradizioni e della cucina variegata renderanno il viaggio unico, toccando tutti i cinque sensi. 

vista Valletta

Considerando che Malta, anche se piccola, offre tantissime cose da vedere, è bene organizzare al meglio il proprio itinerario in modo da ottimizzare i tempi. Proprio per questo motivo uno dei migliori modi di visitarla è con i tour del bus Citysightseeing.

Nei vari infopoint vengono proposti diversi tour che potrete scegliere in base alle cose da vedere. Una volta acquistato il biglietto, vi verrà fornita una mappa della zona che andrete a visitare e sarete voi a decidere le tappe nelle quali vorrete soffermarvi. Non sono solita girare le città che visito con questo tipo di tour, ma non volevo perdermi tra mille sbattimenti di cercare coincidenze e orari. Quindi per comodità e poca disponibilità di tempo ho preferito affidarmi a questo servizio.

1. Malta Nord

Il primo giorno vi consiglio di visitare la parte nord dell’isola. Le tappe del bus sono tante, quindi vi consiglio di scendere solo nei punti di vostro interesse.

Noi siamo partiti visitando il Ta’Qali Crafts Village, un vecchio aerodromo della Seconda Guerra Mondiale convertito in centro dell’artigianato. Qui si possono ammirare due delle eccellenze maltesi, la ceramica e la filigrana. Proprio quest’ultima mi ha colpito tantissimo per la grandissima somiglianza alla filigrana sarda, anche nelle sue tecniche di realizzazione.

Seconda tappa, Mosta, una vivace cittadina commerciale, dominata dalla Mosta Rotunda, la bellissima chiesa con la terza cupola più grande d’Europa. Nella Seconda Guerra Mondiale subì un attacco dalle forze tedesche, attraverso il lancio di una bomba che per fortuna non esplose. Altra attrazione di Mosta è il rifugio antiaereo, proprio sotto la chiesa, che mostra la vita quotidiana durante le bombe. Direi molto attuale come argomento.

Mosta Rotunda

Poco distante da Mosta si trova un’altra tappa dell’itinerario, ovvero quella di Mdina, la vecchia capitale di Malta, chiamata un tempo anche “Città Nobile”. Palazzi impressionanti e stradine ombrose che la rendono una delle città murate più affascinanti d’Europa con il suo mix di architettura medievale e barocca.

Mdina

Rabat, a due passi da Mdina, gioca un ruolo fondamentale nella storia di Malta. Gran parte della borgata faceva parte della cittadina romana di cui si trovano siti archeologici e di grande valore storico. Non dovete assolutamente perdervi la visita alle Catacombe di San Paolo, uno dei primi insediamenti della Cristianità in Occidente. Si articola in un grosso complesso di gallerie e camere mortuarie sotterranee, davvero molto suggestivo. In questo punto è possibile visitare, anche, un altro rifugio antiaereo, la Grotta di San Paolo e il Wignacourt Museum.

Grotta San Paolo Malta

A Rabat poi non dovete perdervi uno dei cannoli siciliani al pistacchio, mai mangiati prima. La pasticceria si trova esattamente davanti alla fermata del bus.

2. Malta Sud

Il secondo giorno potrete dedicare l’intera giornata alla parte sud. Da non perdere il quartiere di Sliema, il polo commerciale di Malta, caffè particolari e vista mare, ideale per fare colazione e iniziare il tour. Consiglio il Carolinas Petit Cafe’ & Tearoom se volete fare colazione immersi in un’atmosfera vintage tutta rosa.

Iniziate con la visita di Valletta e perdetevi tra le viuzze del centro storico nella capitale di Malta. Ammirerete i tipici balconi maltesi, dai colori pastello. Resterete affascinati dalla Concattedrale di San Giovanni, la più imponente di Malta. Costruita tra il 1573 e il 1578, rappresenta un gioiello tra le architetture maltesi. Sorprendono i suoi interni barocchi, nascosti da una facciata semplice, che meravigliano ogni visitatore. Al suo interno sono custodite alcune opere del Caravaggio di inestimabile bellezza.

Concattedrale San Giovanni Malta
Caravaggio

Il centro di La Valletta oltre a scorci pittoreschi regala il giusto mix di architetture straordinarie, come il nuovo Parlamento progettato da Renzo Piano dal recupero delle rovine dell’Opera House e la nuova porta della città di Valletta.

Parlamento Malta

Sulla stessa via di questo edificio si trova anche la National Library, la meravigliosa biblioteca di Malta, che purtroppo era chiusa al pubblico, perché oggetto di studio da parte di ricercatori. Vi consiglio di informarvi prima e prenotare la visita, per essere sicuri di avere accesso garantito.

National Library Malta

Potrete raggiungere a piedi il Valletta Waterfront e da qui visitare le Tre Città, una meta molto lontana dai soliti flussi turistici. Si tratta di tre piccoli centri storici davvero pittoreschi. Meritano una visita in totale relax, per godere appieno della vera atmosfera locale maltese. Nella piccola Birgu o Vittoriosa vi consiglio di visitare il bellissimo Palazzo dell’Inquisitore, che oggi ospita anche un piccolo museo etnografico. Vi dico già che mi sono persa a fare foto e video nelle viuzze, talmente belle da sembrare disegnate.

Birgu

Altra tappa da non perdere durante il giro nel sud dell’isola sono i Templi di Tarxien, un tempio megalitico, costruito circa 2000 anni a. C. e che fa parte del patrimonio Unesco. Visitarlo è molto semplice, il biglietto costa solo 6 euro e si può usufruire della visita in solitaria. Infatti, all’ingresso potrete scaricare l’app del tempio per visitarlo senza nessun supplemento. Il sito si trova nella località di Paola, vicino anche l’ipogeo di Hal Saflieni, che non abbiamo visitato perché il ticket per l’ultima visita costa 50 euro a persona. Follia pura!

Tarxien Temples
Tarxien Tempio

Le ultime tappe che vi consiglio in questa zona di Malta sono: il villaggio dei pescatori di Marsaxlokk e la Grotta Blu, che purtroppo causa maltempo non siamo riusciti a vedere. Per gli amanti dei capolavori naturali, questa è un must!

3. Gozo

Il terzo giorno consiglio un’escursione giornaliera a Gozo sempre con Malta Sightseeing per ottimizzare i tempi e non essere costretti a raggiungere l’isola con troppi sbattimenti che vi farebbero perdere solo tempo.

I motivi per dedicare una giornata intera a Gozo sono tantissimi, innanzitutto è un’isoletta meravigliosa, in cui il ritmo scorre in modo più lento rispetto alla vicina Malta. La si può visitare tranquillamente anche in giornata partendo da Victoria, la capitale, con la Cittadella, la città fortificata, da cui si può visitare la Cattedrale dell’Assunzione.

cattedrale dell'assunzione Malta

Immancabile una passeggiata nelle viuzze del centro storico per gustare il tipico formaggio gbejna in uno dei ristorantini di cucina tradizionale. Sempre qui, potrete visitare anche varie botteghe artigiane, tra cui quelle dei famosissimi ceramisti.

Gozo

Se siete fortunati e il giorno è prevista, riuscirete anche a vedere la Blue Lagoon nel viaggio di rientro. Una scenografica laguna dai colori cristallini, situata nell’isoletta di Comino.

gozo island

Info utili

Le tappe degli itinerari di cui ho scritto sono indicative, avrete ampia scelta nel decidere quali vi interessano di più.

Se cercate un alloggio, il mio consiglio è di prenderlo a St. Julian’s, perché la zona è molto comoda ed è facile spostarsi. Per la vita notturna è una delle zone più vivaci, con tantissimi locali in cui mangiare e bere qualcosa.

In aeroporto, all’uscita, si trova un desk in cui prenotare un taxi per il vostro albergo che costa 10 euro a persona, nel caso arriviate in tarda serata, altrimenti potrete usufruire dei mezzi pubblici a un costo inferiore.

Termino l’articolo col dirvi che Malta non è mai stata tra le mie mete preferite, forse ero molto disinformata, ma visitarla, anche se per poco, me l’ha fatta rivalutare tantissimo. La stra consiglio per l’immenso patrimonio storico-culturale che possiede, per la bellezza dei paesaggi e dei piccoli centri urbani, per la buonissima cucina e per essere una meta molto economica.

Sul mio profilo Instagram, troverete tanti altri contenuti, che vi faranno venire voglia di prenotare subito un volo per Malta.

Ciao a tutti, mi chiamo Marta, mi definisco un'instancabile sognatrice, con la passione dei viaggi zaino in spalla e una gran voglia di vivere e scoprire. Vi racconterò della Sardegna e dei mie viaggi nel mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: