5 COSE DA VEDERE A SORRADILE E DINTORNI

su prunittu

Sorradile è un piccolo paese del Barigadu che si affaccia sulle sponde del lago Omodeo e fa parte di uno dei borghi autentici della Sardegna, insieme al vicino Bidonì. Un nuovo itinerario da fare in giornata su 5 cose da vedere a Sorradile e dintorni.

1. Sorradile

Il paesino di Sorradile conta solo 355 abitanti e si trova in provincia di Oristano. Il suo centro si distingue per le piccole case in trachite rossa e le viuzze strette. Un tempo questo territorio è stato “cerniera” tra la Barbagia e la zona dell’Oristanese, come attestano le varie fonti storiche.

panoramica sorradile

La sua vicinanza alla valle del Tirso, lo rendeva già in epoca preistorica, punto cruciale e di collegamento tra la montagna e la valle. Proprio per questo motivo in tutto il territorio vicino sono tante le testimoniane delle varie epoche storiche che hanno caratterizzato la storia della Sardegna.

Qui il tempo sembra essersi fermato, il silenzio avvolge tutto il paese in un’atmosfera di tranquillità. Nel centro del paese si innalza la gigantesca facciata della Chiesa di San Sebastiano, un classico esempio dei picapedres seicenteschi. Questi maestri sardi si distinsero per il loro singolare stile focalizzato alla lavorazione della terra cruda e alla realizzazione della finestra sarda, che comprendeva l’architrave.

san sebastisno sorradile

La facciata della parrocchiale di Sorradile ne è appunto l’esempio. Costruita nel 1642 si compone di elementi romanici, gotici, rinascimentali e barocchi. Il patrono si festeggia due volte l’anno, il 19 gennaio e a metà maggio, insieme alla sagra dei dolci di mandorle e Magasinos Apertos.

2. Domus de Janas di Prunittu

Le Domus de Janas di Prunittu sono un complesso ipogeico che si compone di 15 sepolture pluricellulari scolpite su un enorme parete trachitica che si affaccia sull’Omodeo.

su prunittu sorradile

Una delle sepolture più interessanti è sicuramente la tomba X, detta sa Cresia (la chiesa), si tratta di una tomba pluricellulare con una grande anticella a pianta trapezoidale irregolare e soffitto a spiovente unico.

tomba x sorradile

Il sito non è gestito, quindi l’ingresso è libero ed è facile da raggiungere seguendo i cartelli direzionali che si trovano all’interno del paese di Sorradile. Una volta lasciata l’auto fuori dal cancello, seguite il breve sentiero e prendete il percorso sulla sinistra, dopo qualche minuto di camminata troverete le domus sulla sinistra.

3. Novenario San Nicola

Il Novenario di San Nicola si trova nel sito campestre che un tempo ospitava il villaggio di Nurozo. La chiesa risale alla seconda metà del XII sec. e ha impianto a navata unica con abside a nord-est e copertura lignea.

novenario san nicola sorradile

Dell’edificio romanico sono in vista l’abside e la facciata che presenta una protome zoomorfa al centro della cornice basale del frontone e in asse con il portale architravato, in origine probabilmente lunettato con arco di scarico semicircolare.

Durante un restauro furono costruite anche le muristenes, le piccole stanze adibite ai novenanti durante il pellegrinaggio, celebrato a metà settembre.

4. Bidonì

Bidonì è un altro borgo autentico della Sardegna, vicinissimo a Sorradile, pensate che i due paesi sono facilmente raggiungibili a piedi l’uno dall’altro.

bidonì

Ciò per cui Bidonì è diventato molto conosciuto è il Tempio di Giove, unica testimonianza in Sardegna dedicata alla massima divinità romana scoperta in un ambiente campestre dell’Isola. Il tempio è uno dei tre rinvenuti fino ad ora nel Mediterraneo. Eretto intorno al 50 a.C. sul colle di s’Onnarìu, nella periferia nord dell’abitato, l’ampia struttura occupa un versante e la sommità.

tempio di giove sardegna
Foto: Sardegna Digital Library

La dedica a Giove si evince da due iscrizioni (Dei e Iovis), incise su un lato dell’altare. Diversi frammenti di vasi rinvenuti all’interno testimoniano l’occupazione dell’area in un periodo tra II e I secolo a.C.

5. Tadasuni

In Sardegna non è difficile trovare piccoli paesini con poco più di 100 abitanti e Tadasuni con le sue 146 anime ne è un esempio. Si affaccia come gli altri due piccoli centri sul lago Omodeo e si compone di un’agglomerato di case con la tipica trachite rossa.

Al centro sorge la parrocchiale di san Nicola di Bari, costruita a metà XIX secolo in stile neoclassico da blocchi di calcare scuro. All’interno custodisce una cinquecentesca Madonna di Boele e pezzi d’argenteria tra cui un ostensorio in oro e argento di inizio XIX secolo. Il patrono è celebrato a inizio dicembre. 

San Nicola di Bari Tadasuni

Vicino al paese si trova poi la villa fantasma più famosa della Sardegna, una villa sommersa durante la costruzione dello sbarramento artificiale dell’Omodeo. Durante i periodi di siccità riaffiora dal fondo del lago artificiale. In alcuni periodi è possibile vederne sia le fondamenta che le scale che conducevano al fiume Tirso, in questo tratto ormai scomparso per fare posto alla diga.

casa fantasma sardegna

La casa ospitava il capocentrale, il vicecapo e le loro famiglie. Si trova proprio sotto la vecchia diga ed era una bella villa a due piani circondata da un giardino con un laghetto, un frutteto, delle palme e un banano. L’edificio era costituito da due appartamenti perfettamente simmetrici: al piano terra la cucina con camino, un salone, un piccolo soggiorno e uno stanzino dov’era posizionato il telefono collegato con la centrale del Tirso; al secondo piano quattro camere da letto e il bagno, e sopra un sottotetto.

casa lago omodeo

Con l’ampliamento della diga la casa fu abbandonata come anche il paese sommerso di Zuri che venne ricostruito insieme all’omonima chiesa, di cui vi avevo già parlato (COSA FARE UN GIORNO A GHILARZA E DINTORNI).

Da vedere nelle vicinanze: ORISTANO, COSA VEDERE IN UN GIORNO e ITINERARIO DI UN GIORNO A FORDONGIANUS, EX FORUM TRAIANI

A presto con un nuovo itinerario!

Ciao a tutti, mi chiamo Marta, mi definisco un'instancabile sognatrice, con la passione dei viaggi zaino in spalla e una gran voglia di vivere e scoprire. Vi racconterò della Sardegna e dei mie viaggi nel mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: