LANUSEI, COSA VEDERE E COSA GUSTARE

Cosa vedere e cosa gustare a Lanusei? Una cucina tradizionale eccellente da assaporare in un bellissimo borgo montano nel cuore dell’Ogliastra. Scopriamolo insieme!

Lanusei

Il paese ha poco più di 5000 abitanti e si affaccia sulla costa est, coccolato da boschi di lecci e castagni e situato nella sub-regione sarda col più alto tasso di centenari. Proprio per questo rientra anche tra le “blue zone” del mondo, luoghi che custodiscono la ricetta della longevità.

castagne

Sarà l’aria pulita dei monti o forse il buon cibo che donano a Lanusei quell’aria di paese in cui trascorrere una vacanza tranquilla d’estate o una giornata a scoprire le sue bellezze naturalistiche in autunno.

Lanusei vanta il lustro di aver dato i natali a Goffredo Mameli, celebre compositore dell’Inno d’Italia che visse appunto a Palazzo Mameli. Un nobile passato che ha lasciato eleganti tracce nel centro cittadino.

palazzo mameli lanusei

Il trenino verde, fa la sua tappa anche qui, in una tratta che collega l’entroterra alla costa, conservando lo stesso itinerario che si faceva nell’Ottocento.

trenino lanusei

Quartieri storici di Lanusei

Non potete di certo visitare Lanusei in maniera frettolosa, dovete fermarvi e fare una passeggiata nei suoi quartieri storici, che raccontano il passato di questa città.

Nella parte alta del paese, si trova il rione “Niu Susu“, dove ammirare in via Piemonte i colori autunnali che si impossessano di una vecchia casa. Il dominio spagnolo qui ha lasciato le tracce della sua lunga presenza e infatti, sempre sulla via si trova un bellissimo arco chiamato “sa Bovida“, che in spagnolo significa “volta”.

centro storico lanusei

Poco più sotto si sviluppa il rione “Niu Jossu“, in cui la vostra attenzione verrà catturata dai vecchi edifici di questo quartiere aragonese. Caratteristica per la sua forma è “la casa ferro da stiro”, conosciuta da tutti con questo nome proprio per la struttura che ricorda un ferro da stiro.

casa ferro da stiro lanusei
lanusei scorci

Non passa inosservata la via principale, via Roma, con gli eleganti edifici in stile neoclassico, per una passeggiata col naso all’insù. Antiche architetture che si mischiano alle nuove forme artistiche dei murales sparsi per il borgo.

murale lanusei
belvedere lanusei
lanusei palazzi

Cattedrale di Santa Maria Maddalena

Proprio all’inizio della via si erge la bellissima Cattedrale seicentesca di Santa Maria Maddalena, di recente ristrutturazione e principale luogo di culto di Lanusei.

lanusei cattedrale

L’edificio attuale fu probabilmente ricostruito nel 1860, anno in cui furono rinvenuti nelle fondamenta resti nuragici con corredo funebre databile al VII secolo a.C.

Al suo interno resterete sorpresi dalla suggestiva navata, tra le più imponenti in Sardegna, coi suoi colori vivaci e i motivi decorativi che le donano un’ampia prospettiva.

Ad arricchire gli interni quattro medaglioni dipinti da Mario Delitala, rappresentanti scene della vita di Maria Maddalena, santa alla quale è dedicato l’intero edificio.

cattedrale lanusei

Cosa mangiare a Lanusei?

Veniamo al bello, cosa mangiare a Lanusei? Domanda scontatissima! Qui siamo nella patria di sua maestà i culurgiones, serviti nelle salse più disparate. Dal più tradizionale sugo di pomodoro, alla crema di porcini, arrosto o con pesce, rappresentano l’identità ogliastrina.

culurgiones

Oltre ad essere il mio piatto tipico preferito, questa pasta ripiena rappresenta un simbolo sardo riconoscibile in ogni parte del mondo. La loro realizzazione è essa stessa un’abile arte tramandata ormai da generazioni.

Imitati in tutti i ristoranti sardi all’estero, riescono a dare il meglio di sé solo nel loro luogo di origine ed è per questo che vi consiglio di fermarvi a gustarli in Ogliastra.

Un ottimo ristorante di Lanusei in cui assaporare la tipica cucina ogliastrina è il Belvedere, situato nell’omonimo hotel. La vista panoramica accompagnata da un buon piatto di culurgiones rappresentano quell’emozione che io chiamo felicità.

Lanusei ha tanti altri piatti tipici, come sa coccoi prena ed è annoverato tra i paesi delle ciliegie in Sardegna, di cui a giugno si tiene una sagra. L’autunno invece è meta da non perdere per gli amanti delle castagne.

castagne lanusei

Se vi è piaciuto questo paese e volete essere sempre aggiornati sugli ultimi articoli, seguitemi su Instagram https://www.instagram.com/iviaggidipolly/

Ciao a tutti, mi chiamo Marta, mi definisco un'instancabile sognatrice, con la passione dei viaggi zaino in spalla e una gran voglia di vivere e scoprire. Vi racconterò della Sardegna e dei mie viaggi nel mondo!

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: